Vibrisse

Qui.

(Il romanzo a cui si riferisce la lettera è Una preghiera per morire di Jack Higgins. Circola anche un’altra traduzione per il titolo di questo controverso romanzo: Pietà per chi muore. Quando scrive, Mr Higgins è semplicemente Dio. Il protagonista del romanzo, Martin Fallon, è anche uno pseudonimo utilizzato da Harry Patterson alias Jack Higgins per firmare una serie di romanzi. Non solo, ma dal romanzo è stato tratto un film piuttosto maledetto. Ho fatto qualche lettura in proposito, e ho scoperto che Mickey Rourke non manca, a ogni intervista, di parlare male di quel film. Tutto andò storto, e venne fuori un film assai mediocre. Eppure il romanzo è di una bellezza sconvolgente: il tono della narrazione, soprattutto, è formidabile. Forse varrebbe la pena di rifare il film. L’idea potrebbe essere questa. Girare il film con gli stessi attori della prima pellicola: Mickey Rourke e Liam Neeson – Bob Hoskins è morto. L’I.R.A. esiste ancora, perciò che gli attori in ballo abbiano sessant’anni e non trentacinque potrebbe non cambiare molto. Un film mediocre può rovinarlo un po’, un libro. Fatto male, un film può far apparire le linee essenziali della trama un po’ stupide – e ogni trama è un po’ insensata, questo è ovvio. E Una preghiera per morire è una storia molto particolare, tenuta in piedi dalla incredibile voce dell’autore. Altri romanzi di Higgins stupendi sono Confessionale, Il tocco del diavolo, A solo, Viaggio all’inferno e naturalmente La notte dell’acquila. Ma sono tutti mediamente belli. Non c’è Rambo o 007 che tenga. Il tono di Higgins è ineguagliabile. Un vero duro)