Crea sito
>

Presto

0001

Prossimamente

18209509_10212888780994687_1244726708_o

Immagine di copertina: Alberto Savinio, Le citès des promesses, Pinacoteca di Brera 2017

Impeachment

L’impeachment è la messa in accusa di alte cariche dello Stato. Nel caso di Donald J. Trump l’accusa è un possibile coordinamento della sua campagna con i russi. Ora, credo che qui si presenti una sorta di alternativa del diavolo. Se per caso lo spettro dell’impeachment dovesse diventare una realtà, allora il neoeletto Presidente verrebbe subito destituito. Ma a questo punto rimarrebbe pur sempre aperta la questione con la Russia. Se l’inchiesta dell’Fbi dovesse portare a prove certe si sarebbe difronte a uno scandalo colossale e non ci vorrebbe molto per raffreddare i rapporti con Mosca. Si tornerebbe alla Guerra Fredda, e sapere che c’è stata una superpotenza che ha cercato di destabilizzare un’altra superpotenza addirittura manovrando le elezioni della più forte nazione al mondo è qualcosa che invita l’eventuale prossimo Presidente quantomeno a mantenere i nervi molto saldi. L’alternativa del diavolo è il titolo di un romanzo dello scrittore britannico Frederick Forsyth, ma in questo caso viene in mente un altro romanzo del grande scrittore di spionaggio e fantapolitica ossia I mastini della guerra. In questo romanzo un semplice magnate inglese desideroso di impossessarsi di una montagna di cristallo che frutterebbe dieci miliardi di dollari (degli anni 70) fa cadere una dittatura sudafricana. Se in quel romanzo, mirabilmente documentato, un semplice miliardario riesce in un’operazione del genere nei confronti di un intero Stato, figuriamoci cosa può fare la seconda o terza superpotenza mondiale.