Codice Magnum e Ghiacciolo

Arnold Schwarzenegger nell’86 è il protagonista del film “Codice Magnum” e nel 1997 interpreta Ice-Man nel film “Robin&Batman” di Joel Schumacher. Ora, “Codice Magnum” è un involontario, perpetuo spottone al buonissimo “Magnum”, una specie di pinguino al cioccolato però dal sapore rafforzato, il rivestimento di cioccolato (che può essere al latte, alla nocciola e anche cioccolato bianco) è più spesso di quello di un normale pinguino, anzi, la caratteristica del pinguino tradizionale è proprio data dalla sottile pellicola che avvolge il fior di latte, appena ci posi la lingua il rivestimento si spezza e ti ritrovi scaglie di cioccolato in bocca, ti impiastricci i denti… tutto questo fa parte del piacere di gustarsi un pinguino. “Codice Magnum” è dunque un involontario spottone al Magnum, che è stato immesso sul mercato nel 1989. Si dirà che per fare una vera “par condicio” Schwarzenegger avrebbe dovuto interpretare “Pinguin”, ma in fondo Magnum e pinguino si somigliano, sono parenti stretti. Perciò, trovo più giusto che il Terminator abbia aiutato il mercato dei ghiaccioli interpretando Ice-Man in “Batman&Robin”. Benché il Magnum sia buonissimo, anche nelle versione “gelatino”, (i “gelatini” sono conini e magnumini mignon, proprio belli e buoni), io rimango un appassionato di ghiaccioli. Da buon piemontese a me piace il ghiacciolo alla menta, ma dev’essere un giacciolo di pochi spicci, con poca menta, che diventi subito acquoso e bianco. Anche se il giacchiolo all’arancia fa sempre il suo effetto. Del resto, anche Conan Il Barbaro… Quel Conan fa pensare a cono gelato. E in inglese “cono gelato” si dice “cone” molto simile a “Conan”. E’ incredibile!